Cover reveal Tra odio e amore, noi

Tra odio e amore, noi è il mio settimo romanzo e con lui torno alla serie Britannici, che si arricchisce di una nuova storia, ritrovando anche gli Alvarez, che frequentano Race, il nostro protagonista, per motivi di lavoro. Per cui posso dire che è a metà tra la serie Britannici e quella dei Latinos.
Se avete letto Uno scapolo da sposare, sapete già di chi sto parlando, perché il nostro banchiere fa la sua prima comparsa proprio in questo romanzo, attirando l'attenzione di Monica e lo sguardo attento degli Alvarez. Race è ad Acapulco. Apparentemente per una vacanza, ma in realtà con ben altri scopri, come scopriremo in Tra odio e amore, noi. Vi rivelerò i dettagli un poco alla volta, come è giusto che sia, fino alla pubblicazione.
Iniziamo con lo svelarvi la cover, lasciandovi dei flash sui vari personaggi che troveremo in questo racconto.





"È lui l'uomo della mia vita. La persona che ho sempre aspettato e per lui sono disposta a tutto, anche a voltare le spalle ai miei familiari". (Elena Roberti)



"È lei. Non ci sono dubbi. È la donna che ha spinto mio fratello alla morte". (Race Gordon)



"Race, non è stata lei a premere il grilletto e questo gioco è molto più pericoloso di quello che pensi". (Micheal Turner)



"Dio, la amo! Non è possibile. Dovrei odiarla, ma lei si è presa ogni parte razionale di me, restituendomi l'Inferno". (Race Gordon)



"Elena, quell'uomo è innamorato di te e, anche se non immaginavo le sue ragioni, non mi pento di averlo aiutato". (Monica Alvarez)

Commenti